lg_cloet

Si esprime:

Benvenuti nel Blog di Clo’eT!

Benvenuti nel Blog di Clo’eT!

Motivazioni e obiettivi di questa svolta editoriale: un blog creato per condividere a 360 gradi pensieri e progetti in pieno stile Clo’eT Design.

Inizio questo nuovo capitolo di Clo’eT, dedicato al blog, con l’entusiasmo che c’è per le cose nuove.
L’emozione di nuovi passi, nuove ricerche, nuove mete, nuovi scenari ma sopratutto nuovi obiettivi.
I nuovi inizi hanno sempre un buon profumo, Ermal Meta canta: “che bel rumore fanno le cose quando iniziano.
E il rumore dei tasti del mio Mac mentre scrivo su questa nuova pagina intitolata 1º ARTICOLO è proprio un bel rumore e profuma di tisana cheesecake.

Paola mentre scrive questo articolo


Quando creai il nuovo sito di Clo’eT feci inserire la sezione BLOG pensando ingenuamente di trovare il tempo di poterla utilizzare subito.
MAI AVUTO!!!!

Quest’estate ho compreso più che mai che il tempo se non me lo prendo io, non sarà mai clemente lui per lasciarmi spazio.
Cosi.. Ho deciso che era finalmente giunto il momento di fare un cambiamento:

non far più rientrare la cose che mi piacciono in ritagli di tempo, ma ritagliarmi del tempo per fare ciò che mi piace!!

So già che non riuscirò a far sempre tutto, che mancherò a molti appuntamenti con me stessa, ma l’obiettivo è quello di impegnarmi a trovare un giusto equilibrio tra dovere e piacere!Conoscendo bene il mio senso del dovere sarà una bella lotta!!!

Di cosa tratterà quindi questo blog?

Ebbene nell’azione c’è già la premessa: le cose che piacciono a Clo’eT!!!
E direi che sono interminabili considerando che sono irrimediabilmente curiosa!!
A volte ciò che mi piace non sono solo oggetti ma sensazioni, atmosfere, tradizioni, ricordi, gusti e profumi… Un mio personale modo di assimilare la bellezza e catalogarla nel mio archivio dei piaceri.
Questo mi ha dato l’occasione di creare un mio personale e intimo stile che ha preso voce attraverso Clo’eT design.
Sapere che lo Stile di Clo’eT è qualcosa a cui siete affini mi riempie di gioia e di stimoli per continuare a condividere con voi.
Voi che siete diventati un a community super affiatata e affettuosa. Vi lovvo tantissimo!
E poi ancora, consigli, come prendersi cura di, approfondimenti e curiosità, cose nuove e chi più ne ha e più ne metta, sicuramente avrò un orecchio sempre teso verso voi!

Paola mentre scrive questo articolo

Le cose che piacciono a me.. E subito mi torna in mente l’omonima canzone del film “Tutti insieme appassionatamente” che tanto adoro perché se ad ogni strofa potessi mettere il “mi piace” avrei colorato tutto di pollici blu all’insù.
Ve la ricordate?

"Gocce di pioggia sul verde dei prati,
sciarpe di lana, guantoni felpati,
più che il sapore, il colore del the
ecco le cose che piacciono a me!
Torte di mele, biscotti croccanti,
bianchi vapori dai treni sbuffanti,
quando ti portano a letto il caffè,
ecco le cose che piacciono a me!
Tanti vestiti a vivaci colori,
quando ricevi in regalo dei fiori,
le camicette di bianco picchè,
ecco le cose che piacciono a me!
Se son triste, infelice, e non so il perché
io penso alle cose che amo di più
e torna il seren per me!
Il miagolare che fanno i gattini,
ed il sorriso di tutti i bambini,
la cioccolata che è dentro i bignè,
ecco le cose che piacciono a me!
Un bel quaderno appena comprato,
un fazzoletto che sa di bucato,
una gallina che fa coccodè,
ecco le cose che piacciono a me!
Biondi capelli su un viso abbronzato,
pane arrostito con burro spalmato,
quando si ride ma senza un perché,
ecco le cose che piacciono a me!"

E se io inizio questo nuovo percorso dedicato alle cose che piacciono a me, perché voi non dovreste fare una lista di cose che vi piacciono!!! Cosa ci mattereste?
Armatevi di biro e quaderno da tenere sul comodino per segnarle e cominciate a mettere le spunte!!!!

Si parte?! Tre… Due… Uno…. Via!

Paola mentre scrive questo articolo

1 commento su “Benvenuti nel Blog di Clo’eT!”

  1. Sei una grande. Hai pienamente ragione, il tempo dobbiamo prendercelo noi…oggi mi sono iscritta ad un corso di formazione yoga, era tanto che volevo farlo ma sempre dopo…

    Rispondi

Lascia un commento

Scopri gli ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Non perdere nessuna novità del mondo Clo'eT e sui marimo

Accedi al tuo account

*Nuovo sito nuovo account! I vecchi account non sono più attivi, effettua una nuova registrazione. Grazie

Alle origini della cultura giapponese vi era l’usanza di unire il proprio Marimo con quello della persona amata, al momento del matrimonio. Così come due persone decidono di convivere sotto lo stesso tetto e condividere le gioie e i dolori, così i loro Marimo troveranno un compagno di vita. Clo’eT onora questa usanza permettendone la sopravvivenza storica e geografica, consigliando di effettuare questo rito dopo il taglio della torta. Lo sposo e la sposa uniranno sotto lo stesso tetto (unico contenitore) i loro due marimo che fino a quel momento erano stati separati! 

 

[]